top of page

TRACKDAY: I CONSIGLI ESSENZIALI PER MASSIMIZZARE DIVERTIMENTO E SICUREZZA

Sei pronto per affrontare un trackday? Ecco alcuni consigli essenziali per divertirti senza mettere a repentaglio la tua sicurezza.

Prima di tutto, assicurati di avere in dotazione l'attrezzatura corretta: casco omologato, abbigliamento protettivo e cinture di sicurezza adatte.

Conosci il circuito: studia la mappa e informati sulle dinamiche del tracciato per sfruttare al meglio la tua esperienza al volante. Anche il giro di ricognizione ti sarà d’aiuto per familiarizzare con le curve e le condizioni della pista.

Ovviamente è fondamentale il rispetto delle regole e delle bandiere dei commissari di pista, per evitare incidenti e guidare in sicurezza

Infine, divertiti, concentrati sulla tua performance, e non su quella altrui, provando a migliorare giro dopo giro.


Cos’è un trackday?

Un trackday è un evento organizzato da club automobilistici, associazioni sportive o da aziende specializzate nell'organizzazione di eventi automobilistici, in cui gli appassionati di automobili hanno l'opportunità di guidare la propria auto sul circuito di una pista senza le restrizioni del traffico stradale.

Il trackday rappresenta quindi anche un'occasione unica per vivere la passione dei motori in un ambiente sicuro e controllato, testando i propri limiti e quelli della propria vettura, divertendosi e affinando la tecnica di guida in totale sicurezza.


Quanto costa un trackday?

Il costo di un trackday può variare in base a diversi fattori, tra cui il tracciato, il giorno della settimana in cui si tiene e le attività aggiuntive offerte, come ad esempio sessioni di coaching.

Spesso e volentieri il prezzo viene indicato in turni, ovvero il tempo che ogni pilota dispone per girare in pista. Questi hanno una durata che solitamente va dai 20 ai 30 minuti massimo, per un prezzo di circa 40/50€ a salire fino al centinaio.


I principali Autodromi Italiani

In Italia, ci sono diversi autodromi che ospitano trackday per gli appassionati. La nostra cultura per i motori ha reso possibile la presenza sul territorio di circuiti più rinomati e prestigiosi, ma anche di piste meno conosciute, più economiche, ma che comunque possono offrire un'esperienza altrettanto emozionante.

Ecco qui una lista di Autodromi, dal più complicato al più semplice, ricordando però che la difficoltà di un circuito può variare da persona a persona in base alla loro esperienza di guida e alle loro preferenze.

  • Autodromo Internazionale del Mugello: Considerato da molti come uno dei circuiti più impegnativi d’Italia. Il Mugello offre rettilinei e curve veloci in dislivello, rendendolo una sfida difficile per tutti i piloti.

  • Autodromo Enzo e Dino Ferrari (Imola): Imola è noto per le sue curve tecniche e impegnative, oltre che per la sua storia nel motorsport. La sua configurazione richiede tanta abilità e precisione nella guida

  • Autodromo Nazionale di Monza: Monza presenta curve fluide e veloci, ma anche lunghi rettilinei che richiedono abilità e attenzione nelle staccate. È considerato meno impegnativo del Mugello e Imola, ma comunque una sfida stimolante.

  • Circuito di Misano World Circuit Marco Simoncelli: Misano è un circuito moderno con alcune curve tecniche e veloci, ma generalmente considerato meno impegnativo rispetto ad altri circuiti storici.

  • Autodromo Vallelunga: Vallelunga è spesso considerato uno dei circuiti più accessibili in Italia, con curve relativamente aperte e meno impegnative rispetto ad altri circuiti.


4 semplici mosse per preparare la tua auto ad una giornata in pista

Preparare l’auto per una giornata in pista durante un trackday è essenziale per garantire prestazioni ottimali e sicurezza. Ecco alcuni passaggi importanti da seguire:

  1. Controllo generale dell'auto: Fare un check-up generale per assicurarsi che i sistemi vitali dell’auto siano in buone condizioni, come ad esempio freni e sospensioni.

  2. Usura e pressione degli pneumatici: L’utilizzo di pneumatici troppo consumati è sicuramente controproducente sia per la sicurezza che per le prestazioni ottimali. Gomme stradali o troppo morbide possono surriscaldarsi rapidamente in pista, compromettendo l'aderenza e aumentando il rischio di perdita di controllo. Optare per pneumatici sportivi o da corsa è la scelta migliore. Ricordate sempre di controllare la pressione degli pneumatici prima di entrare in pista: una distribuzione uniforme del peso è essenziale per massimizzare le prestazioni e garantire una guida sicura.

  3. Cambio dell'olio e dei filtri: Cambiare l'olio motore e i filtri prima di un trackday ti garantisce una lubrificazione ottimale del motore durante l'uso prolungato a velocità elevate.

  4. Assetto dell'auto: Regolare l’assetto adattandolo alle esigenze della pista può migliorare la stabilità e l'aderenza dell'auto durante le curve.

Non hai un’auto di proprietà da preparare per il trackday? Non temere, in alcuni casi, potrebbero esserci opportunità di noleggio di auto da corsa da parte di organizzatori specializzati per coloro che non dispongono del mezzo adatto.


100 visualizzazioni

Comments


bottom of page